Alzheimer Marche Onlus

SPORTELLO DEMENZE

Comune di SASSOFERRATO

A partire da Settembre 2017, l’Associazione Alzheimer Italia – Marche ha promosso, nel Comune di Sassoferrato, il progetto di uno Sportello Demenze rivolto ai familiari e, più in generale, ai caregiver di soggetti affetti da demenze e Alzheimer.

L’iniziativa nasce nel recepire (da parte dell’Associazione Alzheimer Italia – Marche, in collaborazione con il Comune di Sassoferrato, l’Ambito Territoriale 10, l’ASUR2 e la Cooperativa Asscoop), l’indicazione del PTDA dell’area vasta 2 della Regione, che prevede l’istituzione di Sportelli Demenze per orientare le famiglie sui possibili percorsi di cura e per supportarle sul piano psicologico e pratico.

Lo Sportello Demenze è a disposizione dell’utenza tutti i venerdì del mese con orario dalle 10:00 alle 13:00 ed è collocato presso l’Ospedale di Comunità di Sassoferrato (via Marconi), più precisamente nell’ambulatorio di ginecologia, adiacente agli ambulatori dei MMG e a quello di neurologia. Il servizio ha inoltre messo a disposizione un numero telefonico, attivo nell’orario di apertura dello Sportello, cui rivolgersi in caso di necessità.

Le risorse umane impiegate vedono coinvolte due psicologhe ed una volontaria dell’Associazione Alzheimer Italia-Marche.

 

Il numero di telefono da contattare è il seguente:

371 3215869

attivo esclusivamente nell’orario di attività dello sportello.

 

Il progetto mira ad offrire all’utenza:

 

Informazioni sulla malattia

Spesso, al termine di un lungo iter diagnostico, si giunge alla diagnosi di demenza, ma privi di importanti nozioni sulla malattia ed il suo decorso a breve e/o lungo termine. Tale disinformazione può complicare ulteriormente il difficile rapporto tra il caregiver ed il paziente, tuttavia numerose problematiche lamentate dai familiari e/o caregiver, relative alla gestione dell’anziano con Alzheimer, possono essere ridimensionate grazie all’acquisizione di informazioni adeguate circa i principali sintomi della malattia.

Sostegno e ascolto psicologico

Il carico assistenziale di un paziente con Alzheimer ricade spesso sulla sua famiglia e, in particolare, su un singolo componente, così da configurare una situazione di elevato stress e ad alto rischio di burnout. I colloqui condotti dalle psicologhe, coinvolte nel progetto, sono finalizzati a dare sostegno ai familiari e/o caregiver per affrontare, con maggiore consapevolezza sulle proprie risorse, il compito assistenziale cui sono chiamati.

Informazioni su strutture assistenziali presenti sul territorio

e sulle modalità più adeguate di accesso a tali strutture al fine di individuare i percorsi più opportuni per il paziente.

Informazioni sulla presenza di associazioni di volontariato disponibili sul territorio

e sulle attività di formazione e supporto che queste possono fornire.

Attività di sensibilizzazione

affinché non solo i familiari direttamente coinvolti nella cura ed assistenza, ma anche la cittadinanza in generale e le istituzioni possano accrescere il proprio interesse e le proprie conoscenze relative alla malattia ed alla sua notevole e crescente diffusione.


Condividi questa pagina sui Social con i tuoi contatti: 

Facebook
Twitter
LinkedIn